OS4U

IL BLOG DI OS4U

AMIAMO IL MONDO E CI PIACE CONDIVIDERE CON TE LE NOSTRE EMOZIONI


I POPOLI DELLA VALLE DELL'OMO
21 marzo 2018

I POPOLI DELLA VALLE DELL'OMO
21 marzo 2018
ForYou

​Dove tutto è iniziato.
Dove ogni viso è una storia che si racconta, un luogo in cui si trova la risposta alle origini dell’uomo. La Valle dell’Omo, cuore pulsante dell’Etiopia, immersa tra foreste, savane, montagne e laghi nell’immensa Rift Valley.
In questa Terra magica vivono, uno accanto all’altro, una trentina di popoli da tempo immemorabile, con le loro tradizioni, i loro costumi e il loro stile di vita ancestrale, come se nulla fosse mai cambiato, dando origine a un enorme museo etnografico naturale unico sul Pianeta.
Viaggiare rispettando l’ambiente, la cultura e le tradizioni dei paesi che si visitano, aiutando a preservare cioè tutto ciò che fa del vostro viaggio qualcosa di speciale. Questo è già turismo responsabile. Il viaggiatore che possiede uno spiccato senso di responsabilità sociale va in vacanza per rilassarsi, divertirsi ed allargare il proprio orizzonte di esperienze e lo può fare scegliendo atteggiamenti semplici che possono avere un impatto positivo sul posto che visita e di conseguenza sulle persone che abitano quel posto. Un modo unico e nuovo per fare del proprio viaggio in Etiopia un’autentica esperienza di incontro, confronto e scoperta.

IL PERCORSO STUDIATO PER VOI:

1° giorno DOMENICA    MALPENSA –FIUMICINO - ADDIS ABEBA
Ritrovo in serata all’aeroporto di Malpensa o Fiumicino e partenza con Ethiopian Airlines per Addis Abeba. Pernottamento a bordo.
 
2° giorno LUNEDI’   ADDIS ABEBA
Arrivo al mattino nella capitale dell’Etiopia, incontro con lo staff del corrispondente locale e trasferimento in hotel per depositare i bagagli. In seguito visita della città. Nel corso della visita si vedrà il Museo Nazionale interessante per i reperti sabei e per i resti di Lucy, un ominide vissuto nella valle dell’Awash tre milioni e mezzo di anni fa e il Museo Etnografico, che possiede una splendida collezione di strumenti musicali e di croci copte, nonché le stanze dove abitò l’imperatore Hailè Selassiè. Pranzo in corso di visite. Nel primo pomeriggio visita della cattedrale della Santissima Trinita’ e infine si raggiungerà la collina di Entoto, il punto più panoramico della città. Cena e pernottamento in hotel.
 
3° giorno MARTEDI’   ADDIS ABEBA – MELKA KUNTURE – ADADI MARIAM – TIYA – LANGANO
(KM 250, TEMPO DI VIAGGIO STIMATO 6 ORE CIRCA)
Al mattino presto, dopo la prima colazione, partenza per la visita ai siti archeologici di Melka Kunture e Tiya e la chiesa rupestre più a sud di tutta l’Etiopia, Adadi Mariam. Melka Kunture è un sito preistorico, rinvenuto nel 1963 su entrambe le rive del fiume Awash. Nel piccolo ma grazioso museo si può ammirare un’importante collezione di attrezzi di basalto utilizzati dall’homo erectus/sapiens. E’ considerato anche una fonte di ritrovamenti fossili di mammiferi estinti. 4 chilometri a sud di Melka Kunture si visita Adadi Mariam, chiesa semi-monolitica di grandi dimensioni che ha una struttura piuttosto grezza e non ospita particolari oggetti o affreschi in quanto, negli anni, ne è stata depredata. Infine il sito archeologico di Tiya, annoverato tra i Patrimoni dell’Unesco, vanta molte stele funerarie antiche, decorate con incisioni misteriose di cui ancora oggi non si conosce il significato e l’origine. Al termine delle visite si procede per Langano, pranzo lungo la strada. All’arrivo sistemazione, cena e pernottamento al lodge.
 
4° giorno MERCOLEDI’   LANGANO – CHENCHA (DORZE) – ARBA MINCH
(KM 330, TEMPO DI VIAGGIO STIMATO 8 ORE CIRCA)
Partenza di buon mattino in fuoristrada per raggiungere Arba Minch. Pranzo lungo la strada; il percorso è molto interessante. Ai lati della strada asfaltata scorre il paesaggio ricco di vegetazione e puntellato di villaggi e piccole cittadine. Circa una quarantina di Km prima di Arba Minch si devia per raggiungere Chencha, il villaggio delle popolazioni Dorze, famosi per i lavori di tessitura e le abitazioni ricoperte da foglie di falso banano. I loro abiti di cotone sono tra i meglio intessuti di tutta l’Etiopia. Arrivo nel tardo pomeriggio ad Arba Minch, sistemazione, cena e pernottamento al lodge.
 
5° giorno GIOVEDI’ ARBA MINCH (LAGO CHAMO) – WEYTO (TSEMAY) – JINKA (ARI)
(KM 245, TEMPO DI VIAGGIO STIMATO 7 ORE)
Dopo la prima colazione si parte per un’escursione sul lago Chamo, il terzo lago più grande d’Etiopia, dove si potranno ammirare moltissimi ippopotami e coccodrilli, oltre a una grande varietà di uccelli. Si prosegue per Jinka. Lungo la strada visita a un villaggio Tsemay. Questa popolazione conta 5000 individui circa che si dedicano alla coltivazione di sorgo e mais, vicino alla riva del fiume Weyto e allevano bovini e ovini. Parlano una lingua cuscitica che li assimila molto alla popolazione Arbore che vive in un territorio adiacente al loro, sono affiliati agli Arbore anche politicamente e spiritualmente. Gli Tsemay si sposano spesso con gli Hamer. La società è strutturata su un sistema di anzianità che porta le persone a raggiungere un grado superiore ogni 10 anni. Pranzo al sacco. Successivamente si visita un villaggio Ari. Gli Ari sono una popolazione che occupa un territorio molto esteso, posseggono grandi mandrie, producono il miele, la grappa locale di mais e molti prodotti artigianali che spesso rivendono. Cena e pernottamento in hotel/lodge.
NB: SU RICHIESTA SI PUO’ VEDERE IL MERCATO DI KEY AFER; IN TAL CASO SI SALTA LA VISITA DI WEYTO.
 
6° giorno VENERDI’  JINKA – MAGO N.P. (MURSI) – TURMI (HAMER)
(KM 290, TEMPO DI VIAGGIO STIMATO 6/7 ORE CIRCA)
Dopo la prima colazione partenza per la visita ad un villaggio Mursi all’interno del Mago N.P. L’incontro con la popolazione dei Mursi è uno dei momenti più significativi del viaggio. Le donne Mursi, per bellezza, usano mettere piattelli circolari di argilla nelle labbra, gli uomini presentano sulla pelle scarificazioni che indicano il numero di animali selvatici uccisi o dei nemici uccisi in battaglia. Rientro a Jinka per pranzo e proseguimento per Turmi. All’arrivo visita ad un villaggio Hamer, una popolazione di circa 45000 individui che vivono di agricoltura e allevamento e sono famosi per le decorazioni corporee. Durante i mesi di febbraio, marzo e aprile, gli Hamer effettuano la cerimonia del salto del toro che simboleggia il passaggio dei ragazzi più giovani dalla pubertà all’età adulta. Cena e pernottamento al lodge.
 
7° giorno SABATO TURMI – OMORATE (DASSANECH) – KORTCHO (KARO) – TURMI
(KM 280, TEMPO DI VIAGGIO STIMATO 8 ORE CIRCA)
Partenza al mattino, dopo la prima colazione, per Omorate, la regione dei Galeb, conosciuti anche come Dessanech che vivono molto vicini al lago Turkana; popolo di guerrieri che durante le danze tradizionali indossano un copricapo che ricorda la criniera dei leoni. Pranzo al sacco. Nel pomeriggio, visita a un villaggio Karo, una popolazione nilotica i cui componenti vantano corporatura imponente ed atletica e sia gli uomini che le donne riservano molta cura nell’acconciarsi i capelli. Al termine della visita si riprende il viaggio di ritorno per Turmi dove si cena e si pernotta al lodge.
NB: SU RICHIESTA SI PUO’ VEDERE IL MERCATO DI DIMEKA; IN TAL CASO SI SALTA LA VISITA DI OMORATE.
 
8° giorno DOMENICA   TURMI – ARBORE – KONSO – ARBA MINCH
(KM 290, TEMPO DI VIAGGIO STIMATO 6 ORE CIRCA)
Partenza al mattino presto per Arba Minch. Lungo la strada visita al villaggio Arbore, una tribù che usa gioielli fatti di perline e alluminio. Particolarissime le loro collane che vengono avvolte intorno al collo in vari fili. Pranzo al sacco. Si prosegue il viaggio facendo una sosta a Gamole, un villaggio tradizionale dei Konso, una popolazione di agricoltori famosa per i lavori di terrazzamento sul terreno circostante il loro villaggio. Cena e pernottamento in hotel.

9° giorno LUNEDI’   ARBA MINCH – YIRGALEM (SIDAMA)
(KM 320, TEMPO DI VIAGGIO STIMATO 5 ORE CIRCA)
Dopo la prima colazione partenza per Yirgalem. Pranzo lungo la strada. All’arrivo si potrà effettuare un piccolo trekking nella foresta che circonda il lodge alla ricerca delle 100 e più specie di uccelli che la popolano e una visita al piccolo villaggio di coltivatori di caffè che si trova nella foresta. Prima di cena sarà interessante osservare il pasto delle iene che, attirate dal cibo loro offerto, escono timidamente dalla foresta dove vivono. Cena e pernottamento al lodge.
 
10° giorno MARTEDI’   YIRGALEM – HAWASSA – LEPHIS FOREST
(KM 80, TEMPO DI VIAGGIO STIMATO 2 ORE CIRCA)
Dopo la prima colazione, partenza per Hawassa, uno dei laghi della Rift Valley, per visitare il mercato del pesce che si tiene alle prime ore del mattino. In seguito si raggiunge il Senkele national park per un breve game drive. Rientro ad Hawassa per pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio si prosegue per la Lephis Forest dove è presente una missione della Consolata. All'arrivo incontro con i responsabili dei vari progetti e con alcuni dei volontari eventualmente presenti e sistemazione per la notte.
Nascosta nella parte centrale della Rift Valley etiope, la foresta Lephis si trova a quattro ore da Addis Abeba – abbastanza lontana perché la frenesia della vita urbana svanisca nel ritmo più lento dei villaggi tradizionali. In questa regione è una tra le più incontaminate e isolate meraviglie naturali, con panorami mozzafiato, uccelli endemici, una ricca fauna e una cascata naturale.
Il territorio comprende catene montuose, valli, radure e boschi incontaminati ricchi di flora e fauna uniche. Tra questi si potrebbero vedere leopardi, facoceri, Nyala di montagna, scimmie Colobus e tanti altri ancora, oltre a numerosissime specie di uccelli.
Più di 2.000 famiglie chiamano casa questa foresta e si appoggiano alle sue risorse naturali per il proprio sostentamento. Capiscono l’importanza della conservazione e dell’uso controllato delle risorse naturali e sono attualmente alla ricerca di vie per utilizzare la foresta in modo sostenibile, pur preservandola per le generazioni future.
 
11° giorno MERCOLEDI’   LEPHIS FOREST
Dopo la prima colazione, con cinque minuti a piedi, si raggiunge l’ospedale di Gambo; visita ai vari reparti. Pranzo in missione. Visita nel pomeriggio al villaggio dei lebbrosi e alla fattoria dove due signori italiani gestiscono in collaborazione con diversi lavoratori etiopi la produzione di latte, verdure e cereali. Rientro per cena e pernottamento in missione.
 
12° giorno GIOVEDI’ LEPHIS FOREST - ADDIS ABEBA
(KM 230, TEMPO DI VIAGGIO STIMATO 5 ORE CIRCA)
Dopo la prima colazione si raggiunge Basako che si trova circa a 6 km dalla missione. Visita alla scuola e all’asilo locale. Pranzo in missione. Nel pomeriggio rientro ad Addis Abeba. Camere in day use per relax prima di cena (una camera ogni 4 pax). Cena in un ristorante tipico con canti e balli tradizionali e trasferimento in aeroporto per il volo internazionale per Malpensa o Fiumicino. Pernottamento a bordo.
 
13° giorno VENERDI’ MALPENSA/FIUMICINO
Arrivo in Italia in mattinata.
 
Partenze garantite tutto l’anno minimo 2 persone.
Prezzi speciali per gruppi minimo 6 persone.

 
Per informazioni e quotazioni su misura, scrivi a fabrizio.griffa@os4u.it o sabina.mascali@os4u.it
 
DOCUMENTAZIONE NECESSARIA ALL'INGRESSO NEL PAESE
Passaporto: necessario, con validità residua di almeno 6 mesi.
Visto d’ingresso: necessario. Il visto turistico può essere ottenuto anche all’arrivo all’aeroporto di Addis Abeba alla tariffa di 50 Dollari.




Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Cliccando su CHIUDI o proseguendo nella navigazione acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. CHIUDI